La non politica estera dell’Italia

Russia e Turchia provano a prendersi la Libia chiedendo alle parti una tregua che inizi domenica, giorno in cui sarà inaugurato il gasdotto russo-turco. Putin ed Erdogan stanno scavalcando l’iniziativa UE e il tentativo italiano di fare da ponte diplomatico tra fazioni

Sul “fare da ponte” è necessaria una riflessione. Per qualche motivo (all’apparenza inspiegabile), l’Italia continua a sgomitare per fare il mediatore neutrale tra parti in causa, una strana passione per le photo opportunity che regolarmente affligge tutti i capi di governo

Di fronte alle grandi questioni internazionali, l’Italia sembra avere come obiettivo “fare il tavolo” invece di “sedersi al tavolo”, senza dispiacere a nessuno e continuando a commerciare con tutti.

All’apparenza può anche sembrare pragmatismo, ma in pratica è stupidità.

Il risultato di questo approccio l’abbiamo visto bene con il disastro diplomatico di ieri. Conte doveva incontrare a Roma prima Haftar e poi Serraj. Quest’ultimo però (nel frattempo impegnato a Bruxelles) ha capito la dinamica e dato buca tornando direttamente in Libia

Con la Libia la situazione italiana è particolarmente imbarazzante. L’Italia è convinta di avere un diritto di prelazione negli affari libici, ma nei fatti non è così. Se vuoi essere il paese egemone in Libia devi definire una strategia, e portarla avanti con determinazione. La sensazione è che le leadership politiche non hanno idea di cosa fare. Come scritto da Marta Dassù (@martadassu), essere al centro dello spazio euro-mediterraneo non genera di per sé una strategia, e non fa automaticamente dell’Italia l’egemone del Mediterraneo.

Per posizione e dimensione il paese è coinvolto nelle principali contese geopolitiche globali, l’Italia sarà sempre di più chiamata all’esercizio che gli riesce meno spontaneo: scegliere, stabilire l’obiettivo, verificare i percorsi per raggiungerlo e agire con determinazione per raggiungerlo.

Con una mappa è tutto più chiaro https://www.open.online/author/federico-bosco/

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store